Apple Q2 2024, i risultati prima del mese della WWDC!

Ieri sera Apple ha tenuto la trimestrale Earnings Call, ovvero la chiamata a media e azionisti in cui il CEO Tim Cook ed il CFO Luca Maestri hanno annunciato l’andamento del mercato dell’azienda, in questo caso, per il quarto di Marzo, Q2.

Si sono annunciate crescite, perdite, punti in borsa ma non solo: anche le previsioni per il futuro in vista dell’evento Let Loose della prossima settimana ed ancora di più della WWDC 2024 il 10 giugno a cui io parteciperò in presenza, durante la quale verrà annunciata la nuova intelligenza avanzata sulla quale Apple punta molto.

In questo articolo riporto i risultati annunciati al Q2, a cui ho assistito ieri, fornendovi un breve riassunto della call.

Titoli da urlo in borsa!

I risultati di questo trimestre superano le aspettative degli analisti, tanto che i titoli stanno volando in borsa. Infatti, per il trimestre, Apple ha registrato un fatturato di 90,8 miliardi di dollari e un utile netto trimestrale di 23,6 miliardi di dollari, o 1,53 dollari per azione diluita, rispetto ai ricavi di 94,8 miliardi di dollari e all’utile netto trimestrale di 24,1 miliardi di dollari nel trimestre dell’anno precedente.

I servizi crescono, 23,9 miliardi di dollari ed oltre fanno stabilire un record di vendite trimestrale ad Apple in questo settore mentre iPhone cala di 5 miliardi rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente.

Il margine lordo per il trimestre è stato del 46,6%, rispetto al 44,3% del trimestre di un anno fa. Il consiglio di amministrazione di Apple ha inoltre autorizzato ulteriori 110 miliardi di dollari per il riacquisto di azioni e dichiarato un aumento del pagamento dei dividendi di 0,25 dollari per azione, rispetto a 0,24 dollari per azione. Il dividendo sarà pagabile il 16 maggio agli azionisti registrati al 13 maggio.

Apple registra un fatturato trimestrale da 90,8 miliardi ed un nuovo record assoluto nelle vendite del settore servizi; il CEO Tim Cook si dice entusiasta per il lancio di Apple Vision Pro e per aver dato la possibilità al mondo di sperimentare la computazione spaziale e si dice impaziente per l’evento della prossima settimana, dove verranno lanciati nuovi prodotti, e per la WWDC di Giugno, che ancora una volta conferma essere la developer conference più grande al mondo.

Cook coglie l’occasione per comunicare gli investimenti che Apple sta facendo nel campo dell’intelligenza artificiale generativa e si dice ottimista sulla domanda di prodotti con intelligenza artificiale in futuro.

Secondo Cook, l’intelligenza artificiale sarebbe un campo molto vantaggioso per Apple, che con la sua integrazione tra hardware e software, Apple Sylicon con supporto all’IA ed una notevole attenzione alla privacy potrebbe avere vantaggi che la distingueranno da altre aziende. Attendiamo ulteriori annunci nelle prossime settimane, probabilmente già a partire dall’evento del prossimo 7 maggio.

DMA, troppo presto per determinarne i rischi?

In risposta alle domande di alcuni azionisti, Cook ha affermato che pur essendo troppo presto per determinare i rischi sulla sicurezza causati dai cambiamenti necessari per uniformare Apple alle richieste del DMA, Digital Markets Act, varato lo scorso 7 marzo dall’unione europea, l’azienda è costantemente al lavoro per mitigare esposizioni di dati personali degli utenti e continuare a garantire esperienze trasparenti, sicure e con massima attenzione alla privacy.

Si vedano ad esempio i perentori avvisi che iOS invia agli utenti quando tentano di pagare con metodi di pagamento esterni ad In app purchase oppure la possibilità di disattivare il download di app da piattaforme esterne dalle restrizioni in Tempo di utilizzo.

Vision Pro, apparentemente il futuro di Apple?

Il Vision Pro sarà la nuova punta di Apple dopo aver visto i primi casi d’uso dalle maggiori aziende.

Hanno investito in Apple Vision Pro aziende per la manutenzione di motori di aerei, aziende per la realizzazione e la progettazione delle cucine e tante altre ancora. Secondo Cook, sarà uno strumento potentissimo in ambito busyness.

I servizi, un altro punto di forza.

I servizi hanno stabilito un record assoluto di 23,9 miliardi di dollari, +14 percento rispetto ai 20 miliardi dello stesso trimestre dell’anno scorso. I conti a pagamento hanno subito una crescita a 2 cifre ed Apple registra più di un miliardo di abbonamenti a pagamento, oltre il doppio rispetto a 4 anni fa.

Il mac cresce ancora.

Dopo il lancio dei nuovi Mac con processore M3 a marzo, le vendite dei Mac toccano i 7,5 miliardi di dollari e crescono del 4 percento rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno.

L’iPad cala, ma nuovi lanci sono in arrivo!

Le vendite degli iPad calano del 17 percento rispetto allo scorso anno e gran parte del calo è dato dal fatto che non sono stati rilasciati nuovi modelli per tutto il 2023.

Tuttavia ci si aspetta un miglioramento, poiché Apple sarebbe in procinto di lanciare nuovi modelli di iPad Air ed iPad Pro il prossimo 7 maggio durante l’Apple Event indicato in introduzione di questo articolo.

Indossabili, occhio al calo!

Anche gli indossabili, i prodotti per la casa e gli accessori calano, del 10 percento rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno. Ciò è dovuto da un confronto difficile per assenza di novità dallo scorso anno in cui Apple ha lanciato la versione USB-C degli AirPods Pro.

Io personalmente ipotizzo che anche la mancanza di novità significative in Apple Watch Series 9 ed Apple Watch Ultra di seconda generazione abbiano fatto allontanare gli utenti dal prodotto; se posso fare una previsione, si discute molto di un Apple Watch Series 10 rivoluzionario in arrivo a settembre e spero in un miglioramento in questo settore in cui Apple ha da sempre la leadership rispetto ad altre aziende.

Previsioni per il futuro.

In conclusione, il CFO Maestri comunica previsioni per il trimestre di giugno; i servizi cresceranno a doppie cifre così come i ricavi di iPad secondo il CFO; tuttavia i ricavi a livello globale, a partire da giugno potrebbero crescere a singole cifre di anno in anno.

Insomma: mercato altalenante ma questo sarà l’anno di Apple, che potrebbe giocarsela con nuovi iPad, nuovi Apple Watch e soprattutto intelligenza artificiale generativa, che a quanto pare sarà il suo forte!

Di Karim

Sono il redattore, direttore e fondatore di KNGTech; ho 19 anni, sono totalmente cieco dalla nascita e nutro una grandissima passione per la tecnologia sin da quando avevo 10 anni circa, età in cui ho iniziato ad usare il mio primo computer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItalian