iOS 18 potrebbe integrare un assistente di navigazione web in Safari! | Rumor

Secondo quanto riportato da Mac Rumors, una tra le fonti più autorevoli quando si tratta di rumors sulla tecnologia, uno sviluppatore, Nicolas Albarez, avrebbe scoperto una parte di codice Backend in una versine Beta di iOS che condurrebbe a potenziali novità di intelligenza avanzata integrate in Safari con iOS 18, confermando ulteriormente le ipotesi in arrivo ormai sempre più insistentemente all’avvicinarsi della WWDC 2024.

A 60 giorni esatti dal Keynote, oggi ho ricevuto comunicazione da parte di iSpazio, una fonte da me ritenuta molto affidabile, di questa grande scoperta e non vedo l’ora di condividerla con voi!

iOS 18, nuova funzione di navigazione con intelligenza avanzata su Safari!

La fonte riporta che tra le varie funzioni di intelligenza artificiale generativa che Apple prevede di integrare con iOS 18 alla prossima WWDC e che saranno disponibili per tutti con il nuovo aggiornamento entro fine anno, alimentate dal nuovo modello avanzato di Apple, dovrebbe essere integrato nel sistema anche un nuovo assistente alla navigazione che sfrutta l’intelligenza artificiale per riassumere e tradurre pagine web e, a quanto pare, molto altro ancora.

La fonte non fornisce molti dettagli sul sistema, ma potrebbe includere diversi strumenti che sfruttano la fotocamera, infatti nel codice ha trovato indici ad una funzione di ricerca visiva, il contesto dello schermo e tanti altri dati per farci da copilot e darci una mano ad orientarci nei vari siti web che visitiamo ogni giorno.

Una funzione di ricerca visiva con intelligenza avanzata è stata intravista nel codice anche in una beta di visionOS, quindi qualcosa di simile, che permette di utilizzare testo proveniente dal mondo reale per effettuare ricerche in realtà aumentata, potrebbe anche arrivare su Apple Vision Pro.

La fonte cita anche che iOS potrebbe sfruttare il sistema iCloud Private Relay per inviare i dati ad Apple per l’elaborazione in maniera criptata per mantenere la privacy, quindi, potrebbe essere richiesto un abbonamento ad iCloud + con spazio aggiuntivo e le funzioni di relay privato per sfruttare questa nuova funzione.

Ricordo che i prezzi di iCloud + partono da €0,99 per 50GB di spazio, €2,99 per 200GB, €9,99 per 2TB ed ad aumentare fino a diversi TB di spazio per i professionisti.

Altre funzioni di intelligenza avanzata

In tutti i nuovi OS dell’anno di Apple, l’intelligenza avanzata potrebbe fare da dominante; si prevedono miglioramenti a Siri, che dovrebbe diventare un’intelligenza conversazionale come ChatGPT o la nostra Amelia; in più, Siri potrebbe anche essere multimodale, utilizzando riferimenti provenienti dal contesto in cui si trova il device e da ciò che la conversazione contiene per essere ancora più precisa nelle risposte ed abilitare conversazioni contestuali.

Potrebbe essere previsto un editor di immagini basato su testo, in stile DALLE3 o Bing Image Creator basato appunto sul modello precedentemente citato, nuove opzioni per la tastiera e più in generale per tutte le app e le funzioni di iOS, iPadOS, watchOS con cui potrebbe avere anche interazioni con i sensori fitness e salute e macOS, dove sarà il master per la produttività e la creatività.

Ovviamente nulla è confermato fino al 10 giugno, data in cui si terrà il Keynote di apertura della WWDC a cui, ricordo ulteriormente, io assisterò in presenza.

By Karim

Sono il redattore, direttore e fondatore di KNGTech; ho 19 anni, sono totalmente cieco dalla nascita e nutro una grandissima passione per la tecnologia sin da quando avevo 10 anni circa, età in cui ho iniziato ad usare il mio primo computer.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

en_GBEnglish